ENFAPI COMO E ALI SPA: OBIETTIVO FORMAZIONE SUPERIORE

Enfapi Como e ALI SpA stanno collaborando alla progettazione ed organizzazione di un corso IFTS in apprendistato duale per la formazione di giovani alla figura professionale di “Tecnico programmatore di macchine utensili a CNC”. Attualmente è in corso la selezione dei candidati mentre numerose sono le aziende che si sono rese disponibili a partecipare al progetto.

COSA SONO E CHE RUOLO HANNO I CORSI IFTS

I corsi IFTS, ovvero di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore, sono corsi normati a livello nazionale e indirizzati a diplomati di corsi quinquennali o di IV anno del sistema di Istruzione e Formazione Professionale. Tali corsi completano la filiera professionalizzante in alternativa ai percorsi accademici universitari. La certificazione al termine dei corsi (certificato di specializzazione tecnica superiore), è rilasciata dalle regioni con l’attestazione delle competenze acquisite ed è riconosciuta a livello nazionale ed europeo. Ancora poco sviluppati in ambito nazionale e prevalentemente in alcune regioni, sono molto diffusi in ambito europeo, in particolar modo in Francia e Germania dove costituiscono un fondamentale canale di introduzione alle professioni di carattere tecnico. Se da un lato gli IFTS nascono con l’obiettivo di completare i percorsi tecnici con una specializzazione aderente alle esigenze delle aziende, dall’altro costituiscono, per giovani che hanno frequentato percorsi scolastici non coerenti al settore o non tecnici, la possibilità di riqualificazione verso le competenze delle figure professionali richieste dal mercato del lavoro. In questo modo consentono ai giovani di acquisire competenze richieste per l’inserimento lavorativo ed alle aziende di poter accedere e sperimentare (attraverso il tirocinio) nuove risorse per le proprie attività. L’attuale congiuntura, complessificata dalla situazione pandemica, è caratterizzata da una grave difficoltà di reperimento di personale qualificato da inserire nelle aziende del settore metalmeccanico, da una insufficiente preparazione dei giovani in uscita dalla scuola – anche di tipo tecnico – da una maggiore disponibilità di giovani disoccupati a causa delle numerose crisi aziendali. In tale situazione i percorsi IFTS, con la loro impostazione laboratoriale, una durata adeguata per un buon approfondimento degli apprendimenti e l’esperienza del tirocinio, costituiscono il miglior strumento attualmente a disposizione per l’incontro tra domanda ed offerta di lavoro.

COME AVVIENE ATTUALMENTE L’INSERIMENTO IN AZIENDA

Al momento attuale, grazie all’osservatorio interno degli uffici dei servizi al lavoro di Enfapi, risulta che le aziende effettuano attività di selezione e prova del personale da inserire tramite l’istituto dei tirocini extracurriculari. Tale tipologia di inserimento è sicuramente valida perché consente di sperimentare on the job la persona sia nelle sue attitudini personali che nelle soft skills ma ha il suo limite nel caricare sull’azienda l’addestramento alle mansioni con un notevole dispendio di tempo ed energie da parte del tutor aziendale a cui è affidato. Spesso inoltre questo processo deve ripetersi per “prove ed errori” fino all’individuazione del candidato idoneo. Il sistema duale vuole essere una alternativa più efficiente ed efficace a questo canale.

IFTS ED APPRENDISTATO DUALE

Con il compimento del sistema dell’apprendistato in seguito al Dlgs 81/15 e l’avvio dei percorsi del sistema duale in Italia, è stato possibile progettare anche i percorsi IFTS – dapprima realizzati su un modello corsuale tradizionale (lezioni – tirocinio) – secondo il modello duale di co-progettazione, collaborazione e cogestione tra Ente formativo ed azienda. Secondo tale modello scuola ed impresa reinterpretano il loro rapporto passando dallo schema fornitore-utilizzatore a quello collaborativo, con specificità di interventi caratterizzati dalle proprie competenze. Anche la distribuzione dei tempi di apprendimento e lavoro cambia, da una dimensione lineare tipicamente scolastica (prima la scuola poi il lavoro) ad una circolare in cui tempo di formazione teorica, pratica ed esperienziale si alternano creando la miglior condizione per creare le sinapsi logiche ed operative che stanno alla base della costituzione delle competenze professionali.

In breve il percorso duale di può sintetizzare in questi step:

  • ricerca e selezione dei candidati
  • presentazione dei candidati alle aziende
  • matching candidati/aziende stipula dei contratti
  • avvio delle attività in alternanza di formazione esterna (scuola, 2/3 gg settimana da ridurre progressivamente) e interna (azienda, 3/2 gg settimana)
  • esame di diploma alla conclusione del percorso
  • (se risulta ancora presente il bisogno dell’azienda e viene confermata la valutazione sull’apprendista)  trasformazione del contratto in apprendistato professionalizzante (II° livello)

L’ESPERIENZA DI ENFAPI NEI CORSI IFTS

Enfapi Como negli anni ha gestito numerosi corsi IFTS prevalentemente centrati su figure professionali dei settori tessile e meccanico (Tecnico per il marketing del prodotto tessile comasco, Tecnico di disegno, progettazione e prototipazione digitale, Tecnico di installazione e manutenzione di impianti e macchinari industriali). I progetti realizzati hanno visto un buon numero di inserimenti in azienda dei partecipanti qualificati soprattutto grazie alla conoscenza sviluppata nell’attività di tirocinio.

IL PROGETTO ENFAPI – ALI SPA

Recentemente è stata sviluppata una collaborazione tra Enfapi ed ALI SpA per la realizzazione di un corso IFTS in apprendistato duale per la figura di “Tecnico programmatore di macchine utensili a CNC”. La collaborazione Enfapi-ALI si è dimostrata strategica per l’esperienza di ALI SpA maturata su questa tipologia di percorso in diversi settori professionali. ALI SpA si sta occupando delle attività di selezione dei candidati in accordo con le caratteristiche di alto livello previste dalla figura professionale e della presentazione dei candidati alle aziende per il loro coinvolgimento nel progetto. Enfapi si occuperà della progettazione formativa ed erogazione della parte di formazione esterna dell’apprendista. Il tutto verrà coordinato da un tutor che terrà il collegamento tra attività interne ed esterne all’azienda. Nello specifico il corso, della durata di un anno, prevede 300 ore di formazione d’aula e di esercitazioni pratiche e 500 ore di formazione interna all’azienda. A queste, a completamento delle ore lavorabili sul periodo, si vanno ad aggiungere le ore “di lavoro”. Tale ripartizione, infrasettimanale, delle attività dell’apprendista realizza la “dualità” del percorso. Parallelamente, lo strumento contrattuale dell’apprendistato per il conseguimento della qualifica o del diploma (art. 43 Dlgs 81/15) è la tipologia di contratto che permette all’azienda di sostenere i minori costi retributivi e contributivi, salvaguardando al tempo stesso l’interesse dell’apprendista che intraprende un percorso formativo gratuito, avendo già sottoscritto un contratto di lavoro e percependo una retribuzione che gli consente di ammortizzare i costi sostenuti sul periodo. Tale tipo di “ingaggio” della persona risulta essere il più motivante in quanto la proposta formativa si pone all’interno di un contratto di lavoro.

Enfapi Como, Ente di Formazione di Confindustria Como, si pone come obiettivo il farsi promotore, con partner qualificati come ALI SpA, di iniziative per la formazione di lavoratori con le competenze richieste dalle aziende associate. Per tale motivo è disponibile a raccoglierne il fabbisogno al fine di meglio indirizzare le attività di programmazione e progettazione di attività corsuali soprattutto nell’ambito IFTS che si presenta al momento come lo strumento migliore a disposizione.

 

A cura di Stefano Mariani, Direttore di Enfapi Como


Powered by